Dal 4 luglio vigenti le 4 direttive Circular Economy

Le quattro direttive contenute nel pacchetto UE sull’economia circolare sono state pubblicate nella Gazzetta Ufficiale europea e dovranno essere recepite entro il 5 luglio 2020  dagli Stati membri.
Le direttive del pacchetto Circular Economy riguardano:

1)      Direttiva (UE) 2018/849, del 30 maggio 2018, che modifica le direttive 2000/53/CE relativa ai veicoli fuori uso, 2006/66/CE relativa a pile e accumulatori e ai rifiuti di pile e accumulatori e 2012/19/UE sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche;

2)      Direttiva (UE) 2018/852, del 30 maggio 2018, che modifica la direttiva 94/62/CE sugli imballaggi e i rifiuti di imballaggio;

3)      Direttiva (UE) 2018/851, del 30 maggio 2018, che modifica la direttiva 2008/98/CE relativa ai rifiuti;

4)      Direttiva (UE) 2018/850, del 30 maggio 2018, che modifica la direttiva 1999/31/CE relativa alle discariche di rifiuti.

Nel nuovo pacchetto che è appena diventato legge europea, l’obiettivo minimo di riciclo per i rifiuti urbani è stabilito al 55% in peso entro il 2025, al 60 al 2030 e al 65 entro il 2035. Mentre per gli imballaggi il target è ancora più ambizioso: la quota minima di riciclo è fissata nel 65% in peso nel 2025 e al 70 al 2030. In altre parole, dovrà essere molto alto l’impegno nelle innovazioni di prodotto e di processo che vanno verso un ampliamento della ‘seconda vita’ degli scarti.

Per incentivare questo vero e proprio percorso di riconversione dell’economia italiana, nasce il primo Premio Nazionale Startup Economia Circolare, un concorso lanciato dal Circular Economy Network, creato dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e da un gruppo di 13 aziende e associazioni di imprese per promuovere lo sviluppo dell’economia circolare in Italia.

Un’occasione, come sottolineato dal Circular Economy Network, che potrebbe facilitare proprio la nascita di nuova occupazione: secondo le stime dell’Enea, una forte spinta verso l’economia circolare può creare in Italia fino a 540 mila posti di lavoro entro il 2030.

Tutte le informazioni necessarie per partecipare al premio sono sul sito www.circulareconomynetwork.it 

Altri articoli

Intervista a Edmondo Metildi, CEO...

1) Com’è cambiato Ecopoint in questi trent’anni? Da laboratorio di analis...

Ecopoint informa News
Modifiche normative materiali ine...

Il MITE (Ministero per la Transizione Ecologica) ha emanato, lo scorso 15...

Normativa Rifiuti
Cosa sono le diossine?

Sentir parlare di diossine e della loro nocività non è r...

ambiente News
L’inquinamento atmosferico in Ita...

L’inquinamento atmosferico è un’emergenza italiana: su 1...

ambiente Aria
Ecopoint: nuovo logo. Oltre il re...

In un mondo in cui chi non comunica non esiste, Ecopoint srl cambia il su...

Media News
Ecopoint srl: il restyling dell’a...

Cambiare, migliorare ma restare fedeli alle proprie origini. Ecopoint si ...

News

Seguici per rimanere aggiornato

Ecopoint srl

Il Gruppo Ecopoint da oltre vent’anni è punto di riferimento professionale per servizi di consulenza ambientale e analisi industriale e ambientale

Contatti

Privacy Policy
Cookie Policy

Accreditamenti

© 2022 Ecopoint S.R.L. - P.IVA/C.F. 01556840666 - Via Cavour n. 435 - 67051 Avezzano (AQ)